pulire fughe piastrelle

Pulire le fughe delle piastrelle sicuramente non è tra i lavori domestici in cima alla lista delle preferenze. Solo il pensiero di dover stare chini sul pavimento e di strofinare fino a perdere tutte le energie, ci fa passare la voglia di iniziare questo immane lavoro. Ci sono però dei rimedi naturali e dei prodotti professionali che possono davvero venire in tuo aiuto. Segui i nostri consigli e provali sui tuoi pavimenti in gres.

Sbiancare e pulire le fughe delle piastrelle: perché è così importante

Se il vostro pavimento è stato posato molti anni fa, sicuramente, con il passare del tempo, potreste avere la necessità di sbiancare le fughe delle piastrelle. Vedere un pavimento o un rivestimento con le fughe nere, non solo è esteticamente brutto e fastidioso, ma è anche poco salutare ed igienico. Vi spiego perché. Il fugante che normalmente si utilizzava per le fughe tra le mattonelle, soprattutto se la pavimentazione risale a più di dieci anni fa, è un prodotto poroso, quindi propenso a trattenere lo sporco. Con il passare del tempo, è fonte di accumulo di polvere (che proprio si deposita nelle fughe e viene catturata) e, negli ambienti più umidi, potrebbe formarsi della muffa. Le fughe scure sono quindi sinonimo di germi, batteri e sporcizia poco salubre per i nostri ambienti. In particolare, il bagno è l’ambiente in cui le fughe potrebbero diventare nere presto: la maggior presenza di umidità e l’acqua che scorre sui rivestimenti della doccia, contribuiscono a far insorgere prima questo problema. 

I rimedi che ti suggerisco si riferiscono alla pulizia delle fughe nere. Se invece stai posando solo ora il nuovo pavimento (oltre a scegliere un fugante di ottima qualità e con proprietà impermeabili) ti suggerisco di trattare le fughe con un prodotto specifico non appena sono state realizzate.

Pulire le fughe della doccia: il peggior incubo per gli amanti della pulizia

Eccole lì: le vostre meravigliose piastrelle della doccia, scelte con tanto amore, interrotte da quelle orrende fughe nere. Pensa a quando ancora la doccia era nuova: ecco, quello è il risultato finale che otterrai seguendo i nostri consigli. Prendi nota e poi mettiti subito all’opera.

Se le fughe delle piastrelle della doccia non sono molto sporche, ecco l’occorrente:

  • 1 bacinella con acqua calda;
  • qualche cucchiaino di bicarbonato (fatelo sciogliere nell’acqua calda);
  • spazzolino da denti o spugnetta;

Strofinate la miscela che avete creato sulle fughe con abbastanza forza e osservate il risultato.

Se le fughe sono invece molto sporche:

  • 1 bacinella;
  • 1 bicchiere di acqua ossigenata;
  • 3 cucchiai di fecola di patate;
  • 1 spugna o spazzolino da denti;
  • acqua tiepida;
  • detergente per pavimenti;
  • aceto;

Mescolate tutto assieme nella bacinella ed otterrete un composto piuttosto denso. Prendetelo e strofinatelo con energia sulle fughe con la spugna (o se preferite lo spazzolino da denti) e lasciatelo agire almeno 1 ora. Trascorso il tempo necessario, togliete il composto con una miscela di acqua, detergente per pavimenti e aceto di vino bianco.

Se in casa avete un pulitore a vapore, potete benissimo provare a togliere la muffa dalle fughe con questo. Alla fine, il vapore è il rimedio che sicuramente non causerà alcun problema alle vostre piastrelle e, nello stesso tempo, igienizza al massimo.

I prodotti per pulire le fughe dei pavimenti: rimedi professionali e trucchi fai da te 

In commercio ci sono svariati prodotti per pulire le fughe delle piastrelle: sono studiati e creati appositamente da grandi aziende che si occupano di pulizia a livello professionale. Quelli che personalmente mi sento di consigliarti (perché li ho testati) appartengono al marchio Fila. In particolare, per questo tipo di pulizia il prodotto più indicato è Fuganet: una miscela completamente biodegradabile, non aggressiva e già pronta per essere spruzzata sulle fughe in un comodo erogatore da 750 ml. Puoi utilizzare Fuganet sul gres porcellanato, sui pavimenti in monocottura e bicottura. Attenzione però: non è un prodotto adatto per le superfici che sono state trattate con la cera. Una volta spruzzato, lascialo agire per pochi minuti e procedi a pulire con una spazzola o spazzolino. E’ davvero un ottimo sbiancante per le fughe delle piastrelle.

Fuganet di Fila il detergente per pulire le fughe nere
Fuganet di Fila

Per prevenire le fughe nere, se hai appena posato il tuo nuovo pavimento, ti consiglio un altro prodotto di Fila con azione impermeabilizzante. Sto parlando di Fugaproof. E’ una soluzione a base d’acqua, pronta all’uso in un comodo erogatore da 750 ml, che salva dallo sporco e dall’assorbimento le fughe cementizie. Il colore non viene alterato ed è inodore. L’applicazione è davvero semplice: spruzzalo direttamente sulla fuga, asciuga l’eccesso e dopo 4 ore il tuo pavimento sarà nuovamente calpestabile. E’ un trattamento che consiglio a tutti i nostri clienti che hanno appena posato il loro pavimento per mantenere il più a lungo possibile le fughe bianche e soprattutto per igienizzarle. Questa soluzione la puoi utilizzare anche dopo aver pulito le tue fughe nere con Fuganet.

Fugaproof di fila prodotto per proteggere le fughe
Fugaproof di Fila

Pulire le fughe con l’aceto: rimedio casalingo perfetto per il gres porcellanato

Passiamo ora ai metodi di pulizia naturale. Quello forse più conosciuto è l’aceto di vino bianco: antibatterico e antimicotico è perfetto per pulire le fughe sporche.

Come utilizzare l’aceto? Due sono le modalità:

  • diluito in acqua tiepida;
  • puro sulle fughe con sporco più ostinato.

Ti consiglio per entrambe le soluzioni di utilizzare uno spruzzino e spruzzare l’aceto sulle fughe.

Bastano 10 minuti e poi puoi risciacquare con acqua tiepida il pavimento ed asciugare.

Il bicarbonato è un ottimo alleato naturale per pulire le fughe nere

Anche il bicarbonato non è da meno: moltissimi sono i suoi utilizzi in casa, dalla pulizia alla cucina. Con le sue proprietà disinfettanti ed altamente sbiancanti, è un vero alleato naturale per pulire le fughe delle piastrelle. Ti consiglio però, prima di procedere, di provare su un angolino nascosto della casa per assicurarti che non vada a rimuovere il colore della piastrella. Non dovrebbe succedere, ma sempre meglio non rischiare.

Per questo rimedio naturale puoi scegliere due modalità d’impiego, a seconda del grado di sporcizia:

  • diluito in acqua (500 ml di acqua e 50 gr di bicarbonato) per le fughe meno nere;
  • 200 ml di acqua e 100 gr di bicarbonato per ottenere un composto più denso  per le fughe molto sporche.

Nel primo caso, metti la soluzione in uno spruzzino. Nel caso invece prepari la miscela più densa, applicala con cura sopra le fughe e lasciala agire per circa 20 minuti; successivamente rimuovila con un panno. Se con il panno lo sporco dovesse rimanere, allora utilizza uno spazzolino o una spazzola e assicurati di non lasciare alcun residuo del composto sul pavimento.